Nei giorni scorsi, l’Agenzia delle Entrate ha reso disponibili, sul proprio sito internet, la bozza e le istruzioni della dichiarazione Redditi Pf 2017, da utilizzare per il periodo d’imposta 2016, al fine di consentire l’accesso al beneficio Patent box.

Tra le novità inserite nei modelli di quest’anno rientrano l’agevolazione sui premi di risultato per i dipendenti del settore privato, i crediti derivanti da dichiarazioni integrative a favore presentate oltre il termine della dichiarazione successiva e il credito d’imposta per le erogazioni liberali in denaro verso gli istituti del sistema nazionale di istruzione (c.d. “school bonus”). Da quest’anno il nome del modello di dichiarazione viene modificato da Unico a Redditi, poiché la dichiarazione Iva non può più essere presentata in forma unificata insieme alla dichiarazione dei redditi.

Le bozze e le istruzioni del modello Persone Fisiche (Pf) 2017 sono le seguenti:

Modello Pf 1/2017

Istruzioni per la compilazione – Pf 1/2017

Modello Pf 2/2017

Istruzioni per la compilazione – Pf 2/2017

Modello Pf 3/2017

Istruzioni per la compilazione – Pf 3/2017.

Si riporta di seguito il comunicato del 24 gennaio 2017, in cui l’Agenzia delle Entrate ha illustrato le novità introdotte nel modello in questione, per il quale è previsto, nel quadro di determinazione dei redditi d’impresa in regime di contabilità ordinaria (quadro RF), un campo (rigo RF50), tra le variazioni in diminuzione, per l’indicazione della quota di reddito agevolabile relativa ai periodi di imposta compresi tra la data di presentazione dell’istanza di ruling e la data di sottoscrizione dell’accordo, al fine di consentire l’accesso al beneficio Patent box fin dal periodo d’imposta in cui è presentata l’istanza medesima. Nel caso di reddito d’impresa in regime di contabilità semplificata il predetto campo è rappresentato, tra i componenti negativi, dal rigo RG23.