Fiammenghi-Fiammenghi | Procure per Brevetti

Le cose da sapere per il deposito di un Brevetto

DOCUMENTI RICHIESTI PER IL DEPOSITO DI DOMANDE NAZIONALI IN ITALIA

LA PROCURA (scarica il file in formato pdf )
Con firma semplice, se persona fisica, in caso di ditta la firma deve essere del legale rappresentante. Può essere presentata entro 60gg. dalla data di deposito). Deve essere indicato indirizzo, codice fiscale o partita IVA nel caso di qualifica del firmatario in seno alla società.

IL TESTO DELLA DESCRIZIONE
Con rivendicazioni e riassunto indicante il disegno da pubblicare.

3 SERIE DI DISEGNI
Secondo le regole Internazionali (vengono accettate fotocopie. I disegni definitivi possono essere presentati entro 60gg. dal deposito).
LA DESIGNAZIONE DELL’INVENTORE
obbligatoria entro 60gg. dalla data di deposito. La dichiarazione può essere sottoscritta anche da noi.

IL DOCUMENTO DI PRIORITA’
Se la Priorità è rivendicata, la copia autentica della domanda di base, debitamente tradotta, deve essere depositata entro 6 mesi.

LA CLASSIFICA INTERNAZIONALE
Deve essere indicata.

LA CESSIONE DEI DIRITTI DI PRIORITA’ (scarica il file in formato pdf)
Richiesta quando il proprietario della domanda di base è diverso dal proprietario della domanda Italiana.La Cessione deve essere sottoscritta davanti a Pubblico Notaio e legalizzata dal Consolato Italiano del rispettivo distretto o deve riportare una Apostilla se il paese aderisce alla Convenzione dell’Aia.

MODELLI DI UTILITA’ (durata di 10 anni dal deposito)

DOCUMENTI RICHIESTI PER IL DEPOSITO DELLE DOMANDE IN ITALIA
( scarica il file in formato pdf )

Stessi documenti richiesti per i Brevetti. Sono ammesse fotografie degli oggetti rivendicati.

BREVETTO EUROPEO (durata di 20 anni dal deposito)

DOCUMENTI RICHIESTI PER IL DEPOSITO DELLE DOMANDE IN ITALIA
( scarica il file in formato pdf )

La Protezione può essere ottenuta in:
ALBANIA – AUSTRIA – BELGIO – CIPRO – DANIMARCA – FINLANDIA – FRANCIA – GERMANIA – GRECIA – IRLANDA – ITALIA – LETTONIA LIECTHENSTEIN – LITUANIA – LUSSENBURGO – MACEDONIA – MONACO – OLANDA – PORTOGALLO – ROMANIA – SLOVENIA – SPAGNA – SVEZIA – SVIZZERA – REGNO UNITO – TURCHIA.

LA PROCURA ( scarica l’AUTORIZZAZIONE in formato pdf )
(con firma semplice del titolare e in caso di ditta la firma deve essere del legale rappresentante. Può essere presentata successivamente, entro 3 mesi dal deposito). Deve essere indicato indirizzo, codice fiscale o partita IVA nel caso di qualifica del firmatario in seno alla società.

3 TESTI DELLA DESCRIZIONE
In Inglese, Francese o Tedesco, con rivendicazioni e riassunto, indicando il disegno da pubblicare.

3 SERIE DI DISEGNI
Secondo le Regole Internazionali (sono accettate fotocopie).

LA DESIGNAZIONE DELL’INVENTORE
Può essere presentata entro 16 mesi dal deposito o dalla più lontana priorità.

IL DOCUMENTO DI PRIORITA’
Con relativa traduzione (può essere presentato successivamente, entro 16 mesi dalla priorità).

DOMANDA DI BREVETTO NAZIONALE IN ITALIA
PROVENIENTE DA BREVETTO EUROPEO RILASCIATO

DOCUMENTI RICHIESTI
La traduzione in lingua Italiana della descrizione rilasciata deve essere depositata nei 3 mesi successivi alla data di pubblicazione del rilascio nel Bollettino dei Brevetti Europei.

LA PROCURA ( scarica il file in formato pdf )
Con firma semplice del titolare o in caso di ditta la firma deve essere del legale rappresentante. Può essere presentata entro 60gg. dalla data di deposito.

IL TESTO DELLA DESCRIZIONE RILASCIATA
Con relativa traduzione.

2 SERIE DI DISEGNI

LA PRIMA PAGINA DEL BREVETTO EUROPEO COME PUBBLICATO

TRADUZIONE DELLE RIVENDICAZIONI
DOPO LA PUBBLICAZIONE DELLA DOMANDA EUROPEA

DOCUMENTI RICHIESTI

LA PROCURA ( scarica il file in formato pdf )
Con firma semplice del titolare o in caso di ditta la firma deve essere del legale rappresentante. Può essere presentata entro 60gg. dal deposito.

LA COPIA COMPLETA DELLA PUBBLICAZIONE
In Inglese, Francese o Tedesco (da usare per la traduzione in lingua Italiana delle rivendicazioni)